Transat Quebec – Saint Malo: Vento di Sardegna verso l’Atlantico

Vento di Sardegna sta affrontando l’ultimo tratto del percorso tra boe lungo il fiume San Lorenzo. La velocità di media è tra gli 8 e i 13 nodi. Quanto basta ad Andrea Mura e compagni per aver ragione dei Class …40, superati uno dopo l’altro (per regolamento, erano partiti quindici minuti prima rispetto all’Open 50). La navigazione richiede molta attenzione: le forti maree fredde di acqua salata si scontrano con l’acqua dolce e calda, creando imprevedibili e repentini cambi di direzione con notevoli rigurgiti. Le correnti raggiungo i 3.5 nodi di velocità. A ciò si aggiunge la presenza di numerose alghe (Kelp) sparse ovunque e spesso a banchi. Potete seguire il percorso di Sardegna in tempo reale sul tracker http://transat.korem.com/course

Nel frattempo, godetevi il video montato prima della partenza

Archiviato in: La Barca

Vento di Sardegna al via della Transat Quebec – Saint Malò con un team tutto italiano

Quebec City, 20 luglio 2012: Andrea Mura torna in regata sempre a bordo dell’Open 50 Vento di Sardegna (progetto Felci Yachts) dopo la vittoria della Twostar (Two Handed Transatlantic Race ) in doppio con Riccardo Apolloni dello scorso 16 giugno.  La nuova sfida oceanica è la Transat Quebec – Saint Malò, una delle più classiche e storiche regate del panorama della vela oceanica, la cui prima edizione si è tenuta nel 1984. Andrea Mura attraverserà così l’Oceano Atlantico due volte in soli tre mesi, per un totale di oltre 13.000 miglia di navigazione tra trasferimenti e regate.

A bordo di Vento di Sardegna per la Transat Quebec – Saint Malò, un team tutto italiano composto dal cagliaritano Andrea Mura, dal napoletano Riccardo Apolloni, dal milanese Tommaso Stella e dal veneziano Luca Tosi.
Sulle banchine del porto di Québec City, in Canada, sono 26 tra monoscafi e multiscafi ad attendere in questi giorni la partenza dell’ottava edizione della Transat Quebec – Saint Malò.  La regata, con percorso di 2.897 miglia (5.365 km), partirà a ridosso delle scogliere di Cap Diamant dove sorge Quebec City, la flotta navigherà poi per 400 miglia lungo il fiume San Lorenzo, seguendo un circuito composto di 6 boe che permetteranno al pubblico di seguire le prime miglia anche dall’area di East-Quebec. Questo primo tratto di navigazione è molto impegnativo non solo per la corrente del fiume che modifica continuamente i fondali ma anche per la presenza alla foce di numerosi branchi di balene. Lasciato il fiume San Lorenzo, gli equipaggi affronteranno le oltre 2.000 miglia di navigazione nell’Atlantico del Nord con rotta sulla Bretagna spinti dai venti dominanti da ovest. L’arrivo delle imbarcazioni a St. Malò, in Francia, è previsto tra il 31 luglio e il 12 agosto.

Andrea Mura ha dichiarato: “Torno in regata, a poco più di un mese dalla Twostar, con molta energia. A bordo con me oltre a Riccardo (Apolloni) altri due bravissimi velisti italiani come Tommaso (Stella) e il giovane Luca (Tosi). Vento di Sardegna non ha avversari diretti, quindi ancora una volta il nostro obiettivo è quello di battere il record di percorrenza. Sarebbe un successo importante non solo per la Sardegna, la mia terra, ma per tutta l’Italia visto che a bordo raduniamo il paese da nord a sud. Ringrazio i miei compagni prima ancora di partire per la disponibilità e la professionalità che stanno dimostrando, un ringraziamento particolare va inoltre alla mia veleria, dove lo staff rimasto in Sardegna ha lavorato e sta lavorando senza sosta per fornire a Vento di Sardegna vele di altissima qualità. Abbiamo le carte in regola per fare ancora una volta un buon risultato e non vediamo l’ora di tornare a navigare.”

Il via ufficiale verrà dato domenica 22 luglio alle 11.00 ora locale (le 17.00 in Italia). Sarà possibile seguire la regata al link: http://transat.korem.com/course L’organizzazione mette anche a disposizione una nuova App http://www.transatquebecstmalo.com/section/application-mobile/ che consentirà di avere informazioni dettagliate su ogni equipaggio e di vivere in tempo reale, in 2D e 3D con aggiornamenti meteo e tracking, ogni momento di questa affascinante avventura oceanica. Alla regata virtuale http://www.virtualregatta.com/index_tqsm2012.php sono già iscritti ad oggi 4.662 skipper.
Il record assoluto di percorrenza dei monoscafi è sempre del maxi Merit, che lo ha ottenuto nel 1992, con un tempo di 10 giorni, 15 ore  e  44 minuti. Loick Peyron sul trimarano Fujicolor II detiene il record assoluto con un tempo di 7 giorni, 20 ore e 24 minuti.

Nel corso trasferimento da Boston a Quebec City Andrea Mura ha realizzato un video sui passaggi più caratteristici e affascinanti del percorso:

L’equipaggio a bordo di Vento di Sardegna:
Andrea Mura: Cagliari, 1964. All’attivo ha la vittoria alla Route du Rhum 2010 nella classe Rhum ed è detentore, sempre a bordo dell’Open 50 Vento di Sardegna, di molti record del Mediterraneo. La carriera velica di Mura conta due campagne olimpiche in 470 e una in Tornado, oltre a dieci titoli italiani in varie classi tra olimpiche e di vela d’altura. Nel 1985 nasce la Veleria Andrea Mura Sail Design, il che però non impedisce al velista cagliaritano di partecipare  alla campagna di America’s Cup a bordo del Moro di Venezia tra il 1989 e il 1992, vincendo due campionati del mondo e una Louis Vuitton Cup.

Riccardo Apolloni: vincitore insieme a Mura della Twostar 2012, ha 42 anni ed è napoletano. Ha una larga esperienza in navigazioni a lungo raggio. Conosciuto per aver partecipato per anni al circuito dei Mini 650, è stato infatti il solo minista Italiano ad aver detenuto la prima posizione nella ranking list mondiale (2008) e ad aver vinto regate come la Mini Max e la Mini Port Medoc.

Tommaso Stella: milanese, classe 1972. Skipper di professione ha iniziato la sua carriera giovanissimo, ha collaborato per anni nello staff di Soldini come esperto  di costruzione di scafi e di rigging per regate transatlantiche. Ha partecipato nel 2008 con Soldini alla Transat Quebec St-Malò sul Class 40 Telecom Italia. E’ conosciuto inoltre per aver regatato con successo al circuito dei Mini 650 e, nel 2011, alla  Jacques VABRE in equipaggio con Andrea Fantini.

Luca Tosi: nato a Venezia il 17 gennaio 1986. Ha iniziato a navigare da giovanissimo, passando dalle derive al match race alle barche d’altura prima di approdare definitivamente alle navigazioni oceaniche. Ha partecipato alla Mini Transat del 2009.

http://www.transatquebecstmalo.com

Archiviato in: Notizie

Vittoria e record per Andrea Mura e Riccardo Apolloni su Vento di Sardegna alla Twostar 2012

I due velisti italiani primi assoluti sul traguardo della Two Handed Transatlantic Race 2012 (Twostar), conquistano anche il nuovo record della regata. Il loro arrivo a Newport R.I. negli USA alle 19.47 locali di ieri sabato 16 giugno 2012 (01.47 del 17 giugno, ora italiana). Mura e Apolloni sono i primi italiani a vincere questa regata.

13 giorni 12 ore e 47 minuti: con questo tempo Andrea Mura e Riccardo Apolloni, a bordo dell’Open 50 Vento di Sardegna (progetto Felci Yachts), hanno stabilito il nuovo record di percorrenza per monoscafi della Two Handed Transatlantic Race (Twostar), regata oceanica di 2.786 miglia organizzata dal Royal Western Yacht Club e partita da Plymouth in Inghilterra il 3 giugno scorso con arrivo a Newport R.I. negli Usa. Il precedente record risaliva al 1994 ed era stato fissato, con un tempo di15 giorni e 31 minuti, dal 60′ Cherbourg Technologies.

Mura e Apolloni sono i primi italiani a vincere questa leggendaria regata: una vittoria sia in tempo reale (che gli vale dunque la prestigiosa “line of honours”) sia in tempo compensato. I due velisti diventano così anche il primo equipaggio italiano a conquistare il record di percorrenza della regata. Con questo risultato e dopo la vittoria del 2010 alla Route du Rhum, Andrea Mura si conferma tra i protagonisti assoluti della vela oceanica internazionale.

“Siamo esausti ma felici – hanno dichiarato Mura e Apolloni appena tagliato il traguardo, dove erano attesi dal comitato di regata presieduto da Norm Bailey, International Liaison Officer ed ex Commodoro del Newport Yacht Club. Il nostro – ha proseguito Andrea Mura - è un risultato di prestigio per la vela e lo sport italiani, realizzato con una barca italiana “vecchia” di 12 anni ma costantemente rinnovata, con vele italiane realizzate dalla Veleria Andrea Mura, una preparazione tutta italiana e il contributo di tante aziende che hanno messo a nostra disposizione la loro tecnologia per consentirci di navigare serenamente e in assoluta sicurezza.
Questa vittoria la dedichiamo a tutti loro e a tutti coloro che hanno reso possibile questa vittoria. In particolare – ha aggiunto Mura – voglio ringraziare la Regione Autonoma Sardegna nella persona del suo Presidente Ugo Cappellacci che ha sempre creduto in me, il Presidente del Cagliari Calcio Massimo Cellino, il mio sponsor storico Argiolas Formaggi e Intermatica che mi sostiene anche da un punto di vista tecnico e della sicurezza con i suoi prodotti per la comunicazione satellitare.

L’avvicinamento al traguardo di Newport R.I. è stato molto impegnativo – ha aggiunto Apolloni – per la presenza di numerosi pescherecci, spadare e nasse per aragoste e granchi. Gli strumenti che avevamo a bordo insieme all’osservazione a vista senza sosta ci hanno consentito durante la notte di evitare problemi di ogni tipo. Grazie all’AIS abbiamo potuto rilevare ed essere rilevati da tutte le barche che ne erano dotate e che incrociavano nella zona. Oltre l’Ais avevamo ovviamente il Radar. Per l’avvistamento di pedagni e boe è stata di fondamentale aiuto la telecamera termica Raymarine che ha rilevato ogni insidia. Era sufficiente, infatti, il semplice sventolamento di una bandierina di segnalazione sulla superficie dell’acqua per generare calore ed essere così perfettamente rilevata come pure il calore generato dal galleggiamento di boe, gavitelli, etc.
Ora il nostro desiderio più grande è quello di fare una doccia e di poter ordinare una grande bistecca e una birra fresca e un bel sonno in un letto caldo e asciutto”.

Ai link:
http://www.youtube.com/watch?v=s7hZz5SM5pg&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=w7pOuUSOAS8&feature=relmfu
http://www.youtube.com/watch?v=n5oEZQBSonk&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=nbQg246mlQw&feature=relmfu

i video dei momenti salienti della vincente traversata di Mura e Apolloni.Tutti i video e le fotografie in navigazione sono state trasmesse trasmesso grazie alla partnership con Intermatica, gruppo che da 15 anni opera nel settore delle telecomunicazioni con particolare attenzione ai prodotti e ai servizi per la telefonia mobile terrestre e satellitare e della sicurezza in mare.

Archiviato in: Notizie