Vento di Sardegna nella burrasca a largo di St-Pierre

Mal di mare, burrasche a ripetizione, freddo, nebbia, qualche piccola avaria. La prima fase della Transat Quebec – Saint Malò sta mettendo a dura prova Vento di Sardegna e il suo equipaggio. A cinque giorni dalla partenza, l’Open 50 naviga al largo dell’isola di Saint-Pierre and Miquelon ed è a più di un terzo del percorso, sulla rotta di 2.897 miglia da Quebec (Canada) a Saint Malò (Francia).

Andrea Mura da bordo ha raccontato: “Saltiamo come rane da un onda all’altra, navighiamo in un mare mostruosamente incrociato e formato. Le botte, che prendiamo in continuazione, fanno paura anche a noi che siamo abituati al mare grosso. Ascoltiamo musica a tutto volume appena le condizioni lo permettono, per esorcizzare la tensione.

E dire che la partenza da Quebec era stata fantastica, con  una temperatura di 25° C, vento medio forte in poppa, che ci consentiva di raggiungere velocità elevate. Poco dopo è cambiato tutto: la temperatura dell’acqua è precipitata a 6° C ed è scoppiata la prima burrasca, a cui ne è seguita una seconda ancora più violenta, le condizioni sono state durissime. Abbiamo recuperato e superato i Class 40 che erano partiti prima di noi e ora continuiamo a navigare con prua su Saint Malò.”

Luca Tosi combatte con il mal di mare, il resto dell’equipaggio invece tiene duro, contro le onde e la solitudine di un paesaggio tetro. “Ci vuole una grande dose di preparazione mentale per sopportare l’inospitalità di questi luoghi che, comunque, hanno un fascino unico.” Ha continuato Andrea Mura “Sono ormai due giorni che non vediamo il sole, la nebbia è fitta con visibilità non superiore a 3 lunghezze, l’unico colore è il giallo fluo delle scotte di bordo. Per il resto solo tonalità di grigio e una pioggia torrenziale. Siamo sempre bagnati, dormiamo (pochissimo) vestiti e in pozzetto dobbiamo tenere il casco con la visiera abbassata per proteggerci da schizzi taglienti, il freddo provoca persino convulsioni.”

Sul tracker http://transat.korem.com/course è possibile visualizzare in tempo reale la posizione di Vento di Sardegna.

Archiviato in: Notizie

Transat Quebec – Saint Malo: Vento di Sardegna verso l’Atlantico

Vento di Sardegna sta affrontando l’ultimo tratto del percorso tra boe lungo il fiume San Lorenzo. La velocità di media è tra gli 8 e i 13 nodi. Quanto basta ad Andrea Mura e compagni per aver ragione dei Class …40, superati uno dopo l’altro (per regolamento, erano partiti quindici minuti prima rispetto all’Open 50). La navigazione richiede molta attenzione: le forti maree fredde di acqua salata si scontrano con l’acqua dolce e calda, creando imprevedibili e repentini cambi di direzione con notevoli rigurgiti. Le correnti raggiungo i 3.5 nodi di velocità. A ciò si aggiunge la presenza di numerose alghe (Kelp) sparse ovunque e spesso a banchi. Potete seguire il percorso di Sardegna in tempo reale sul tracker http://transat.korem.com/course

Nel frattempo, godetevi il video montato prima della partenza

Archiviato in: La Barca

Vento di Sardegna al via della Transat Quebec – Saint Malò con un team tutto italiano

Quebec City, 20 luglio 2012: Andrea Mura torna in regata sempre a bordo dell’Open 50 Vento di Sardegna (progetto Felci Yachts) dopo la vittoria della Twostar (Two Handed Transatlantic Race ) in doppio con Riccardo Apolloni dello scorso 16 giugno.  La nuova sfida oceanica è la Transat Quebec – Saint Malò, una delle più classiche e storiche regate del panorama della vela oceanica, la cui prima edizione si è tenuta nel 1984. Andrea Mura attraverserà così l’Oceano Atlantico due volte in soli tre mesi, per un totale di oltre 13.000 miglia di navigazione tra trasferimenti e regate.

A bordo di Vento di Sardegna per la Transat Quebec – Saint Malò, un team tutto italiano composto dal cagliaritano Andrea Mura, dal napoletano Riccardo Apolloni, dal milanese Tommaso Stella e dal veneziano Luca Tosi.
Sulle banchine del porto di Québec City, in Canada, sono 26 tra monoscafi e multiscafi ad attendere in questi giorni la partenza dell’ottava edizione della Transat Quebec – Saint Malò.  La regata, con percorso di 2.897 miglia (5.365 km), partirà a ridosso delle scogliere di Cap Diamant dove sorge Quebec City, la flotta navigherà poi per 400 miglia lungo il fiume San Lorenzo, seguendo un circuito composto di 6 boe che permetteranno al pubblico di seguire le prime miglia anche dall’area di East-Quebec. Questo primo tratto di navigazione è molto impegnativo non solo per la corrente del fiume che modifica continuamente i fondali ma anche per la presenza alla foce di numerosi branchi di balene. Lasciato il fiume San Lorenzo, gli equipaggi affronteranno le oltre 2.000 miglia di navigazione nell’Atlantico del Nord con rotta sulla Bretagna spinti dai venti dominanti da ovest. L’arrivo delle imbarcazioni a St. Malò, in Francia, è previsto tra il 31 luglio e il 12 agosto.

Andrea Mura ha dichiarato: “Torno in regata, a poco più di un mese dalla Twostar, con molta energia. A bordo con me oltre a Riccardo (Apolloni) altri due bravissimi velisti italiani come Tommaso (Stella) e il giovane Luca (Tosi). Vento di Sardegna non ha avversari diretti, quindi ancora una volta il nostro obiettivo è quello di battere il record di percorrenza. Sarebbe un successo importante non solo per la Sardegna, la mia terra, ma per tutta l’Italia visto che a bordo raduniamo il paese da nord a sud. Ringrazio i miei compagni prima ancora di partire per la disponibilità e la professionalità che stanno dimostrando, un ringraziamento particolare va inoltre alla mia veleria, dove lo staff rimasto in Sardegna ha lavorato e sta lavorando senza sosta per fornire a Vento di Sardegna vele di altissima qualità. Abbiamo le carte in regola per fare ancora una volta un buon risultato e non vediamo l’ora di tornare a navigare.”

Il via ufficiale verrà dato domenica 22 luglio alle 11.00 ora locale (le 17.00 in Italia). Sarà possibile seguire la regata al link: http://transat.korem.com/course L’organizzazione mette anche a disposizione una nuova App http://www.transatquebecstmalo.com/section/application-mobile/ che consentirà di avere informazioni dettagliate su ogni equipaggio e di vivere in tempo reale, in 2D e 3D con aggiornamenti meteo e tracking, ogni momento di questa affascinante avventura oceanica. Alla regata virtuale http://www.virtualregatta.com/index_tqsm2012.php sono già iscritti ad oggi 4.662 skipper.
Il record assoluto di percorrenza dei monoscafi è sempre del maxi Merit, che lo ha ottenuto nel 1992, con un tempo di 10 giorni, 15 ore  e  44 minuti. Loick Peyron sul trimarano Fujicolor II detiene il record assoluto con un tempo di 7 giorni, 20 ore e 24 minuti.

Nel corso trasferimento da Boston a Quebec City Andrea Mura ha realizzato un video sui passaggi più caratteristici e affascinanti del percorso:

L’equipaggio a bordo di Vento di Sardegna:
Andrea Mura: Cagliari, 1964. All’attivo ha la vittoria alla Route du Rhum 2010 nella classe Rhum ed è detentore, sempre a bordo dell’Open 50 Vento di Sardegna, di molti record del Mediterraneo. La carriera velica di Mura conta due campagne olimpiche in 470 e una in Tornado, oltre a dieci titoli italiani in varie classi tra olimpiche e di vela d’altura. Nel 1985 nasce la Veleria Andrea Mura Sail Design, il che però non impedisce al velista cagliaritano di partecipare  alla campagna di America’s Cup a bordo del Moro di Venezia tra il 1989 e il 1992, vincendo due campionati del mondo e una Louis Vuitton Cup.

Riccardo Apolloni: vincitore insieme a Mura della Twostar 2012, ha 42 anni ed è napoletano. Ha una larga esperienza in navigazioni a lungo raggio. Conosciuto per aver partecipato per anni al circuito dei Mini 650, è stato infatti il solo minista Italiano ad aver detenuto la prima posizione nella ranking list mondiale (2008) e ad aver vinto regate come la Mini Max e la Mini Port Medoc.

Tommaso Stella: milanese, classe 1972. Skipper di professione ha iniziato la sua carriera giovanissimo, ha collaborato per anni nello staff di Soldini come esperto  di costruzione di scafi e di rigging per regate transatlantiche. Ha partecipato nel 2008 con Soldini alla Transat Quebec St-Malò sul Class 40 Telecom Italia. E’ conosciuto inoltre per aver regatato con successo al circuito dei Mini 650 e, nel 2011, alla  Jacques VABRE in equipaggio con Andrea Fantini.

Luca Tosi: nato a Venezia il 17 gennaio 1986. Ha iniziato a navigare da giovanissimo, passando dalle derive al match race alle barche d’altura prima di approdare definitivamente alle navigazioni oceaniche. Ha partecipato alla Mini Transat del 2009.

http://www.transatquebecstmalo.com

Archiviato in: Notizie