Quarto posto alla Palermo – Montecarlo

23 agosto 2011

Si conclude al quarto posto in tempo reale, a stretto contatto con il podio, la Palermo – Montecarlo di Vento di Sardegna. L’Open 50  (photo credit Andrea Carloni) ha fatto ingresso al porto del Principato domenica alle 18.45, dopo cinquecento miglia e tre giorni ininterrotti di navigazione. A parte il maxi Esimit Europa 2, vincitore indiscusso già sabato, davanti a lui c’erano Money Time e ad appena tre miglia Tyke. Andrea Mura era partito dalla Sicilia a mezzogiorno di giovedì.

“A bordo eravamo solo in tre, per scelta”, spiega Mura, “volevo che questa regata fosse un valido allenamento per le prossime regate transoceaniche, da qui la necessità di un equipaggio ridotto e di un turno unico”. Paolino Cancedda e Valerio Gavazzi hanno fatto correre Vento di Sardegna, malgrado il canard rotto e le conseguenti difficoltà in bolina, e le bonacce disseminate lungo la Corsica. La regata si è decisa lì, con Mura sempre a lottare per il podio insieme a Tyke.

“Sono soddisfatto: correre in tempo reale, contro barche di dimensioni maggiori e con equipaggi al completo, era la vera sfida. Averla chiusa ai margini del podio mi rassicura sulle nostre possibilità per gli impegni futuri: la Vendée Globe, se troverò il budget; altrimenti due transoceaniche durissime, in alto Atlantico, la Ostar, tra Plymouth e Newport, e la Quebec –  Saint Malo”.

Tutto pronto per la Palermo – Montecarlo

17 agosto 2011

Oggi la regata di prova a bastone, domani il via ufficiale della Palermo – Montecarlo. Andrea Mura ha completato la messa a punto di Vento di Sardegna con un gruppo di entusiasti allievi delle scuole vela dei circoli palermitani.

Poi la conferenza stampa della vigilia. “Aspetteremo fino all’ultimo le carte e le previsioni del vento”, ha annunciato durante il suo intervento, “credo che ogni velista vorrebbe poter scegliere sempre la rotta diretta, quella ortodromica, per raggiungere la destinazione. Solo se ci fosse bonaccia lungo la rotta, e parallelamente più vento verso Ovest, considereremo la possibilità di lasciare a dritta la Sardegna.

Tanti gli avversari di peso di questa sesta edizione, dove la barca da battere è ancora Esimit Europa 2. La partenza della VII Palermo-Montecarlo è prevista alle ore 12:00 di domani 18 agosto, con linea di partenza davanti al Circolo della Vela Sicilia, e prima boa di disimpegno dopo un breve lato di bolina. Quindi le barche faranno rotta libera su Montecarlo.

Vento di Sardegna alla Palermo – Montecarlo

14 agosto 2011

Vento di Sardegna pronto a una nuova sfida. Ieri è partito dal porto di Cagliari, dopo un accurato restyling cosmetico, verso la Sicilia, dove il 18 agosto sarà tra i partecipanti alla sesta edizione della Palermo – Montecarlo, tra le regate d’altura più gettonate degli ultimi tempi. Andrea Mura – accompagnato da Paolino Cancedda, Valerio Gavazzi, più un operatore video dell’organizzazione – percorrerà le cinquecento miglia d’alto mare nella categoria in tempo reale, cercando di stare in scia alla super favorita Esimit Europa 2 (autrice l’anno scorso del record di percorrenza con poco più di 48 ore).

Intanto si susseguono gli impegni…sulla terraferma. Sabato 6, presso il borgo marinaro di Santa Croce Camerina nel ragusano, durante il Galà del Mare Andrea Mura è stato insignito del premio internazionale Il Faro Blu, istituito nel 2003 come riconoscimento per coloro chi si sono distinti nel Mare e per il Mare. Atleti come lui, ma anche pescatori, ricercatori, forze armate e la Croce rossa. In un’affollatissima serata, è stato il primo a essere premiato, come primo italiano a vincere la Route du Rhum.

A Cagliari invece Andrea ha ricevuto la troupe di Linea Blu, la storica trasmissione RAI dedicata al mare. Durante l’intervista con l’autrice e conduttrice Donatella Bianchi (della cui data di messa in onda vi aggiorneremo), tanta Route du Rhum, aneddoti e progetti futuri.

Archiviato in: La Barca Tag:, ,